Il ruolo e le peculiarità del settore agroalimentare in Italia.

20 Maggio 2022

La filiera agroalimentare è un comparto che produce valore, che pesa in maniera determinante sulla bilancia commerciale italiana e che ha un ruolo centrale nell’immaginare una società a ridotto impatto ambientale. In particolare, il contenimento delle emissioni, la mitigazione dei cambiamenti climatici e la gestione delle risorse naturali (suolo, acqua e biodiversità) assumono grande importanza nel settore agricolo. Nel confronto tra i paesi dell’Unione europea, l’Italia ha il maggior numero di occupati nell’agricoltura e nel 2021 era seconda sia per valore della produzione (13,5% del totale Ue) che per valore aggiunto (17,7% del totale Ue). Il settore presenta delle peculiarità che lo rendono diverso da tutte le altre attività economiche, tra cui il trattamento offerto ai lavoratori, la stagionalità dei raccolti e del commercio, i costi intermedi alti, e il grande sfruttamento delle risorse. Sul settore primario e sull’industria alimentare pesano, oggi l’aumento dei costi delle materie prime e dell’energia, che si sommano ai problemi collegati ai trasporti e alla logistica. L’innovazione e la tutela del settore saranno fondamentali per garantire sicurezza alimentare, cibo di qualità e condizioni lavorative che incentivino gli agricoltori a continuare a produrre e innovare. Il successo nella salvaguardia dell’agroalimentare avrà un peso non indifferente sul raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità tanto ambientale quanto economica del settore.

Leggi l’articolo completo

A cura di: Focus, settimanale del Servizio Studi BNL

Leggi tutte le news