Point of View

La piattaforma vincente

26/06/2018

TEAM MANAGER
LIFE BANKER BNL - BNP PARIBAS | TREVISO

Come team manager incontro molti professionisti di diverse realtà e, nonostante abbiano tutti un catalogo di prodotti piuttosto ampio, quando si tratta di seguire al 100% un cliente la quantità di operatori davvero in grado di farlo si riduce di molto.

Pensiamo ad esempio a chi non è in grado di seguire le aziende, o a chi non possiede piattaforme di consulenza evoluta.

Certo, se dovessi prendere il buono di ogni competitor probabilmente avrei la “rete perfetta”, ma questa è solo teoria, è invece necessario ragionare su singoli progetti in modo efficace.

Con la nostra piattaforma, sviluppata grazie a un software pienamente integrato con i servizi della banca, riusciamo a dare ai consulenti tutto quello che può essergli utile per completare le fasi del proprio lavoro, con particolare attenzione alle regolamentazioni imposte dalla normativa Mifid 2.

Il software è progettato per le esigenze della consulenza evoluta, secondo un criterio di architettura aperta ed è molto avanzato, proprio per evitare qualsiasi conflitto d’interesse. Un investimento strategico necessario che permette a ognuno di fornire un servizio di elevata qualità.

Il pricing medio è contenuto rispetto alla concorrenza, e ciò significa che il consulente che vede in Mifid 2 una potenziale minaccia può risolvere il problema della trasparenza con efficienza e serenità.

Oggi, la rete Life Banker riesce a offrire una gamma di prodotti molto ampia rispetto alla concorrenza, poiché il sistema di totale integrazione con BNL BNP Paribas permette di sfruttare tutte le sinergie del gruppo, dal noleggio lungo termine con Arval alle fiduciarie di Servizio Italia. Consente, inoltre, di affiancare le aziende nelle loro necessità di gestione, di amministrare i risparmi dei privati, di erogare i mutui alle famiglie, di fornire il POS ai negozianti garantendo allo stesso tempo la giusta remunerazione al consulente impiegato.

La probabile contrazione di ricavi prevista nel prossimo periodo rende necessario affrontare il problema in modo costruttivo, al fine di mantenere invariate le remunerazioni e di sviluppare un rapporto già esistente tra clienti e consulenti. Dato che questo rapporto si basa principalmente sulla fiducia, è di fatto più semplice sviluppare un cliente esistente con un’offerta più ampia piuttosto che crearne di nuovi.

Per come è impostato questo modello, rappresentiamo una possibile soluzione. Oggi, infatti, il consulente è attento a quanto abbiamo da offrire per trasferire al cliente le opportunità e le strategie di un grande gruppo internazionale.

Condividi su