Point of View

Informare condividendo

03/10/2018

EXECUTIVE PARTNER
LIFE BANKER BNL - BNP PARIBAS | ROMA

Di recente ho partecipato a un interessante Lab organizzato dalla Rete dei Life Banker di BNL BNP Paribas, con la collaborazione e la guida dell’Agenzia di Comunicazione TBWA e la partecipazione di Diego Fontana, Docente di Copywriting e metodologia della progettazione visiva IED. Il tema dell’incontro era LIFE BANKER DIGITAL DAY, titolo denso di contenuti e spunti per chi come me è attivo sui social media ma vuole arricchire ulteriormente la propria forza comunicativa.

Durante questa giornata abbiamo tutti migliorato il nostro modo di comunicare, perfezionato il nostro profilo e preso una maggior consapevolezza della potenza del mezzo. Anche perché essere presenti sui social richiede una buona dose di allenamento mentale, un’adeguata preparazione, umiltà, curiosità e rispetto. Vuol dire capire le opportunità che lo strumento offre: informare e comunicare e dunque – attenendosi all’etimologia dei due termini – “Dare forma al pensiero attraverso la condivisione”.

È anche necessario tener presente due aspetti che spesso vengono sottovalutati: quando si comunica davvero, non si rivela solo ciò che è evidente, ma anche le questioni più intime e nascoste, il che richiede coerenza e un po’ di sana incoscienza; essere sui social vuol dire avere un brand personale forte ed essere riconosciuti come affidabili e credibili.

Purtroppo non è sempre così semplice, se tali strumenti non si utilizzano correttamente la conseguenza è quella di arrecare un danno alla propria immagine e a quella dell’azienda per cui si lavora. Se, ad esempio, ci si limita a vantarsi, l’effetto che si produce è quello del fastidio per un’autocelebrazione. Il social media invece dovrebbe essere utilizzato come un laboratorio: chi è in grado di offrire spunti e riflessioni utili, li mette a disposizione per poi ricevere arricchimento dai commenti di altri contributor, tenendosi sempre pronti a reagire alle criticità con repliche moderate e costruttive. Per raggiungere questo risultato quello che viene postato deve essere utile, costante, di competenza, coinvolgente, coerente. Senza dimenticarsi delle immagini che devono essere coerenti con il messaggio. Inoltre bisogna sempre avere chiaro cosa si vuol dire, come si vuole comunicare, a chi ci si rivolge, che immagine si vuole dare di sé stessi e che obiettivi ci si pone.

E per farlo bene basta, per così dire, tenere a mente alcuni spunti che ho appreso:

  • ricordarsi che l’Innovazione dei social ha reso le persone sempre più vicine e ha reso possibile trasmettere fiducia tramite le relazioni;
  • evidenziare le proprie Skills lavorando sui punti di forza;
  • lavorare sul proprio Profilo social tenendo bene in considerazione cosa si vuole comunicare;
  • la propria Reputazione sui social è un patrimonio importante tanto quanto quella non virtuale, e in alcuni casi anche di più;
  • postare Content potenzialmente utili per chi ci leggerà;
  • creare Conversazione interagendo sempre con chi commenta i contenuti;
  • condividere equivale a informare ed è quindi un valore.

Per quanto mi riguarda, penso con attenzione a quello che dico e quello che dico è quello che faccio, ponendomi sempre con curiosità nei confronti di un punto di vista differente dal mio.

Spesso dico “proud to be here” (sono tornato nella mia prima casa professionale da ormai tre anni), e non lo scrivo per atto dovuto, ma perché vedo che BNL BNP Paribas è un’azienda che mi sta dando molto come contenuti e valore aggiunto. Non esistono aziende perfette, ma esistono aziende fatte di persone che vogliono renderle migliori.

Condividi su